COVID – 19

La recente pandemia da COVID-19 rappresenta una delle minacce più temibili per la salute pubblica che la storia dell’umanità abbia mai conosciuto. 

I significativi tassi di mortalità e di morbilità dovuti a questa malattia sono stati, in gran parte, dovuti alla rapida diffusione del virus che ha trovato i Sistemi Sanitari di tutto il mondo impreparati a questa straordinaria emergenza.

Per tale motivo, ad oggi, l’obiettivo principale della ricerca applicata è identificare in maniera accurata e tempestiva le aree di maggior rischio e i soggetti più suscettibili all’infezione, affinché si riducano gli esiti clinici severi (ricorso a cure intensive e decessi) e il ricorso a misure di contenimento estreme con le conseguenti implicazioni sociali ed economiche.

In tale ambito, già dalla prima ondata pandemica, il CIRFF ha incentrato parte della sua attività di ricerca al COVID-19, investigando sulla storia farmacologica e clinica dei pazienti COVID-19 in regione Campania. La clusterizzazione dei pazienti in profili di rischio al fine di identificare la popolazione più fragile, infatti, costituisce una efficace strategia per facilitare l’adozione di misure preventive e terapeutiche appropriate. Nello specifico, per perseguire tale obiettivo, il Centro è promotore e partner di diversi progetti finalizzati ad investigare le possibili correlazioni tra la complessità clinica dei soggetti e l’infezione da SARS-CoV-2 e collabora attivamente con Enti ed Università di differenti Regioni e Paesi Europei per fornire evidenze scientifiche utili a prevenire implicazioni critiche sui Sistemi Sanitari.